Torniamo alla vita vera!

"Ti fracasso la faccia di pugni"

Non è bene far alterare Ivan. Lo sa bene Stupid Dave che, in coda al supermercato, sente i brividi risalire per la schiena quando alle sue spalle sente una velatisssssssima minaccia: "Ti fracasso la faccia di pugni" urla Ivan isterico al telefono. Chi osa (molto stupidamente, tra l'altro) far arrabbiare in questo modo l'energumeno? Gli astanti, nel mentre, si congelano cercando di passare inosservati, come in classe durante l'estrazione del volontario per un'interrogazione a sorpresa su tutto il programma.
Intanto c'è qualcuno che cerca di confondersi tra i clienti in quanto non troppo ben voluto dalla cassiera... Chissà come mai, avrà fatto "el drito"?

Disperazione settimanale: un tipo dietro di me in coda al supermercato che ha urlato al telefono esattamente le parole di Ivan!

License: cc by-nc-sa

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Fabio
Fabio | 21st Jan 2016, 22:16
> "Ti fracasso la faccia di pugni"

Ivan...si....ma Ivan Drago !! "...io ti spiezzo in due ! ". Que violencia in questa cittade che di gentil nulla habe ecetto donzelle di porta Romana. La milano d' una volta, la Milano dal cuor in mano. La Milano dal portafoglio a fisarmonica e del Cynar. Del ragazzo di Campagna delle sfitinzie e dei Matusa. Middì che degeneratio et perdizione s'al supermarket della casseira dal titto sin tatto sbracato sul rullo trasportator di birra et alcolico nettare. Che espanto il Dave ad oir cotal palabras....a qui rivolgea l' Ivano dal cuore in mano (Cuor altrui s'intende)? Forse al Nostro nuovo Pablito? non corgea al scorzèr parole squaquerone ch'ello era a su espaldas tutto tremante ? Ah Pablito, lo splendor juvenal che ti cingea ormai l'è lontan, tus ganancias millionarie te lassaron in un momento et tu cadesti a terra sansa un lamento et ti corgesti con grande spavento ch'el tempo non ti sarebbe bastato per preguntar perdono per ogni pecato. Esimio Pablito, a finocchiar los otros, puelle et pacciatori de fiocca in agosto finiscesi sempro come il buon Piero. Guardati ben ! Guarda te stesso pria c'un fosso t' inglotta et papaver mirar ti faccia. Fuge ! Fuge Pablito !!!

davide
davide | 22nd Jan 2016, 15:27
> Ivan...si....ma Ivan Drago !! "...io ti spiezzo in due ! "

Violenza chiAMA violenza!

> La milano d' una volta, la Milano dal cuor in mano

Non esiste piùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùù! Ora il cuore in mano è quello della vittima schiacciata dalla società (o da Ivan stesso, come giustamente hai fatto notare). Velocità, velocità, brum, brum! In una nuova vena futurista tutto deve stare al passo e chi si perde, tanto meglio per gli altri! Pablito Ganassa (di nome e di fatto) se la godeva ai tempi del Cynar e dell'Amaro Ramazzotti! Ora resta solo la finzione nella sua testa che cerca di dare a bere alla "plebaglia".

anonymous
insert username
insert antispam code
captcha captcha refresh