Anche la riga di commento mi risulta difficile con così poco tempo a disposizione...

Chinaland

Stupid Dave recupera un vecchio computer con qualche problemino: batteria sifula, connettore dell'alimentatore ballerino... Che fare? Comprarne uno "nuovo" oppure provare con una riparazione da parte di esperti del settore? Viste le truffe subite, la scelta appare quasi obbligata.

Disperazione settimanale: il negozio gestito da ragazzi cinesi che mi ha riparato il computer vecchio per 40 euro. Fenomenali!

License: cc by-nc-sa

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

 

ad un mese dall'uscita mi prendo un pò di tempo per una semplice review di ubuntu 9.04 - jaunty jackalope.
devo dire che, nonostante i cambiamenti visivi non siano stati il centro del lavoro per questo rilascio, si nota (finalmente) una grande coerenza dell'ambiente: finestre, icone, testi (non tutti), azioni successive a click dell'utente! due-annotazioni-due:

- finalmente non più bordi delle finestre in stile anni '90 quando si accede come root.
- ottimo riconoscimento di periferiche senza bisogno di installazione di drivers: stampante e antennina usb d-link (la mia webcam purtroppo non funziona ancora, ma fino a poco tempo fa non funzionava neanche per mac, figuriamoci).
- il nuovo sistema di notifiche (notify-osd) è l'inizio di una user-experience che andrà riscritta (forse anche con l'arrivo e l'integrazione di GNOME 3.0?) tramite il progetto ayatana creato dalla società sponsor commerciale di ubuntu, canonical
- boot rapidissimo: in meno di un minuto (col mio vecchio scassone) arrivo al desktop funzionante e caricato, pronto per lavorare!
- ubuntu netbook remix: versione di ubuntu ufficiale e rimasterizzata per i magnifici gioiellini che stanno spopolando, detti netbook. anch'io ho il mio bel ASUS eeePC 901, lo proverà quanto prima sperando che si risolvano i problemi con le hotkeys del wi-fi.

ho installato la versione 9.04 anche sul computer di nadia, un vecchio thinkpad ibm del 2002 con 256mb di ram. neanche a dirvi che funziona tutto a meraviglia. glasses-nerdycomputer

 

quest'anno mi sono svegliato in ritardo, ma devo dirlo. sabato 25 ottobre è il linuxday. un centinaio di manifestazioni sparse per tutt'italia (mappa) per parlare di linux, software libero, licenze, privacy, pubblica amministrazione oppure per farsi installare/masterizzare la distribuzione preferita da dei veri smanettoni clapglasses-nerdy
a milano ho trovato due manifestazioni segnalate su linuxdaymilano.it: una a cinisello presso villa ghirlanda, l'altra al parco trotter (istituto rinaldi, via giacosa 46) proprio dietro casa mia, allora mi istigano! smile-big i programmi non sono, per quanto mi riguarda, interessantissimi, però un salto potrei farcelo.
ho trovato però un altro evento, non riportato sul sito ufficiale, organizzato da LUG di opera: si tratta della linux night e lin-brulé. dal sito:

Ma la vera novità è che quest'anno Linux si festeggia anche di notte con la nostra Linux Night: un evento serale dedicato al pinguino con uno spirito assolutamente leggero e poco impegnativo, l'idea è quella che tra una birretta due passi in pista ci si possa avvicinare al free software o quantomeno stimolare la curiosità. Dunque drinks, food, music e lin-brulè (scegli la tua distribuzione e noi te la masterizziamo).

dove? a "la stecca" (sì, esiste ancora, non lo sapevo): Vicolo de Castilla 21, 20133 Milano (Quartiere Isola)

 

ormai è passato poco più di un anno dal mio switch a ubuntu-linux. ecco alcune mie considerazioni sul sitema operativo e il mondo che ci gira attorno:

ubuntu
- non è rivolto a tutti, come qualsiasi distribuzione linux. è diretto a chi ha voglia di imparare, a chi ha voglia di perderci (un pò di) tempo.
- cosa si può fare con questa distribuzione? (quasi) tutto! navigare (anche se il player flash ufficiale per linux è così-così, diciamolo!!!), lavorare con openoffice, ritoccare immagini e fotografie (gimp, f-spot), ascoltare musica (exaile), scaRRicare musica (amule), rippare cd e dvd, guardare video (totem, vlc, mplayer), programmare, masterizzare, backuppare, bla, bla, bla...
- aggiornamenti: esistono eccome! sono abbastanza frequenti, vanno da qualche kb a svariate decine di mega. sono trasparenti, indolori (anche quando riguardano il kernel) e solo un paio di volte mi è capitato di dover riavviare la macchina, ma solo QUANDO decido io, niente imposizioni del tipo "chiudi tutti programmi, salva il tuo lavoro e PREGA. entro 2 minuti il computer si riavvierà! forse...".
- la barra è vuota! nella traybar ci vanno solo le icone che dico io, e che non rompano la palle!!! niente avvisi "scarica", "aggiorna", "riavvia". ho messo solo skype, il volume e la data/ora.
- più desktop in uno. merito di gnome, non di ubuntu. clicchi su un'icona e ti trovi su un nuovo desktop senza finestre, clicchi ancora e torni indietro. personalmente è comodo: in alcuni tengo aperti tutti i software per la programmazione, negli altri magari il player audio.
- mi piace la filosofia, mi piace "sentire" di far parte di qualcosa di diverso e positivo.
- gesione dei codec audio/video: un casino che è andato migliorando. la prima versione che ho provato di ubuntu era la 6.06. niente mp3 di default (come da linee guida di ubuntu). installazioni e righe di comando per ascolta un cazzo di mp3. snervante, soprattutto per un nuovo arrivato come ero io. la 7.10 è più semplice: lanci il file, ti chiede se vuoi scaricare il codec adatto. ottimo! front-end e back-end multimediali richiedono, però, diverse impostazioni e diversi codec. non è ancora tutto perfetto ma è stato semplificato.
- community-oriented: si ascolta la gente! ubuntuforums, brainstorm, bugs!
- in cosa deve migliorare: supporto hardware (anche se è principalmente colpa dei produttori di hardware che non rilasciano né drivers né specifiche), supporto ai giochi (idem).
- installazioni e configurazioni rapide: php5, mysql e apache installati in cinque-minuti-cinque.

linux
- miti da sfatare:
1. è tutto a linea di comando: FALSO! ci sono notevoli interfacce grafiche per fare (quasi) tutto!!! certo, la shell resta, e dopo che se ne apprezza la potenza diventa uno strumento utilissimo (installazione e rimozione softaware, lancio di programmi, pulizia dei pacchetti obsoleti e/o inutilizzati senza più dipendenze).
2. mancano i programmi: questa è la più grande ca**ata. in realtà mancano ALCUNI programmi sui quali si sono impigriti gli utenti microsoft: word, excel, access, photoshop, flash, winmx. valide alternative? openoffice, gimp, amule. programmi multipiattaforma? skype, vlc, adobe CS2 + wine (anche se con qualche pecca), opera. centinaia sono i progetti opensource: audio e video, gestione immagini, giochi (sicuramente non all'ultimo grido, ma qualcosa c'è).
3. linux è stabile, veloce, superfigo!!! ca**ata anche questa (a parte il superfigo). un paio di volte (beh, in un anno bel record rispetto a windows!!!) è andato in crash. veloce? dipende. se si leggono i blogs tecnici attentamente si nota che spesso chi pronuncia la parola "veloce" ha come configurazione minima 4 giga di ram e un quad-core sotto il culo (ho sentito parlare di otto-core ma credo fosse una bufala). non mi lamento della velocità di ubuntu gutsy sul mio portatile sony vaio di quattro anni fa, però alcune operazioni non sono sempre immediate, a meno di avere chiuso tutti i programmi. certo, d'altra parte vista non si avvierebbe neanche su una macchina così datata.
- documentazione: trovo tutto in rete, e c'è veramente tanto roba. tutorials, wikis, blogs, forums. tutti ne parlano, il tuo problema è già stato affrontato, è già stato risolto o comunque segnalato.
- virus: non ce ne sono (a parte i rootkit a quanto ne so, ma equivale a uno che si intrufola nel tuo computer). l'impostazione di base del firewall di ubuntu mi basta e avanza. non è sufficiente? mettete mano alle iptables come ho fatto io all'università impazzendo!!
- linux fa figo: vero! più di mac!
- l'anno di linux: ogni anno si dice che sarà l'anno di linux. gli utilizzatori (lato desktop) a livello mondiale sono stimati essere lo 1.5-2% del totale (pensavo meno dell'1% a dirla tutta). nulla... se leggete un blog tecnico sembra che tutti siano lì-lì per switchare solo perché vista fa cagare. mai notizia fu più falsa. piuttosto restano su xp. lato server la questione è differente (ma anche vista server è differente dall'edizione desktop, mi dicono...).

il mondo intorno
- varietà: posso scegliere tra una varietà di impostazioni e programmi spaventosa. certo, non tutti sono utili, non tutti fanno bene tutto. ma quante cagate di programmi avete installato su windows cercando il programma che bene o male facesse quello che volevate?
- uccidere bill gates: sì, ne avrei tanta voglia, ma solo quando mi impasto con .NET o qualche crash di windows. in realtà quando utilizzo ubuntu mi sento ormai tranquillo. so dove cercare in caso di problemi, magari non so dove mettere subito mano, ma so che non sarà un problema insormontabile.
- odio i fanatici: ubuntu non può andare bene a tutti indistintamente. puoi imparare ad usarlo se hai voglia o necessità. se ti trovi bene con windows, i suoi virus, i suoi malware o spyware, continua pure così!
- cracks: non ho bisogno di cracks, di codici seriali, di attivazioni varie, di essere un "pirata". quello che uso è gratuito, supportato, modificabile.

dal banner che ho inserito qui a fianco si capisce che manca poco... meno di un mese e sarà rilasciata ubuntu hardy heron 8.04, supportata per tre anni!!! ubuntu è divertente!

Bug#1 in Ubuntu: Microsoft has a majority market share clap

 

stasera avrei dovuto lavorare su un filmato flash. per questo avvio il computer nella partizione con xp, wine + flash8 non funziona in ubuntu gutsy: o meglio, si installa, si avvia ma non riesce a creare né ad aprire i .fla. non usando quasi mai xp, non ho perso tempo a installare un antivirus. PESSIMA MOSSA. envy inizio a lavorare e compaiono popup da ogni parte... vabbè, impossibile proseguire. installo avast, riavvio, perdo un'ora con lo scan dei dischi. risultato: 108 tra malware, adware, spyware, trojan, files corrotti. non male direi. in figura notate il particolare giggle nome di uno di questi (ripreso col mio cellulare nuovo). tongueout finalmente posso accedere a xp. inizio a lavorare ma continuano a comparire messaggi rom-pi-co-glio-ni di avast circa un file corrotto. "sposta nel cestino": niente. "cancella": niente. "isola": niente di niente. provo ad aggiornare avast. non ce la faccio, gli aggiornamenti di xp occupano risorse e banda... inutile proseguire. salvo il filmato flash ed esco. dopo 5 minuti di lavoro in 2 ore. rain
riavvio in ubuntu: aaaaaaaaaaaaaaaaah (sollievo!) cool niente icone nella tray bar che ti dicono: "aggiorna", "aggiornamenti in corso", "scarica", "attiva", "riavvia entro 5 minuti", "riavvia adesso". niente antivirus. niente popup del cazzo quando NON stai utilizzando un browser. niente antivirus ciucciarisorsedimerda. scegli tu cosa installare. scegli tu chi deve fare cosa e quando. gli aggiornamenti esistono, ma anche quando si installa un aggiornamento del kernel (ovvero il cuore del sistema operativo), il 99% delle volte non devi riavviare il computer. e se lo devi riavviare scegli tu quando. c'è gente che dice che non esistano virus per linux, c'è gente che dice di sì. io uso solo un firewall (per proteggermi da intrusioni, sempre possibili) ma con configurazione assolutamente standard. se c'è un baco in linux, viene segnalato e poichè il codice è disponibile per tutti, tutti (in teoria) potrebbero risolvere il baco e condividere le correzioni con gli altri.
odio microsoft. middlefinger
linux rock

 

un (breve) elenco sul come tenersi aggiornati nel mondo linux, veramente in continuo fermento. progetti che nascono, progetti che muoiono, progetti che si fondono e che si dividono. spesso da ridere i commenti della gente: debianisti contro ubuntisti*, tutti contro microsoft, molti contro mac, sviluppatori della prima ora, grafici, niubbi, riga di comando contro interfaccia grafica, pacchetti contro codice sorgente da compilare, ce n'è per tutti i gusti nerd sono discussioni da nerd, è vero, però bello vedere come si scalda la gente, anche per poco**!

art.gnome.org
Open Source Alternative News star
linux.com
The Fridge - News for Human Beings
tuxjournal.net 2.0
debian package a day
ossblog
linux today

non sono gli unici, non sono i migliori, anzi, spesso si copiano tra loro, giusto per far vedere che sono aggiornati. puke ci sono notizie da cestinare, tutorial interessanti, aggiornamenti su applicazioni che possono rimpiazzare quelle che sono standard de facto per molti pc con windows installato.


* ubuntu è derivata da debian. che ridere in un forum: "ubuntu è una parola africana che significa: non so installare debian", vista la riconosciuta difficoltà (anche se non ho mai provato personalmente) nell'installazione di questa distribuzione, a differenza della facilità della derivata.
** ad esempio: "delle patch experimental nel kernel di una distribuzione server??? MA SIAMO MATTI??" lipssealedsweating

scusate la nerdata... nerdrock

 

la mia campagna continua! coolnerd sabato 27 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, al leoncavallo c'è il linux day 2007: seminari, open source, install fest (potete farvi installare una distribuzione sul vostro pc!!! aggratis!!!). ecco il flyer.



io spero di riuscire ad andare, giusto per capire che aria tira! itwasntmenerd

 

finalmente è arrivato: ubuntu 7.10 gutsy gibbon, "il gibbone coraggioso"! era un mese o più che lo aspettavo con ansia. leggevo su tanti blog e siti da veri nerds delle mirabolanti features della nuova versione stabile e ieri è stata rilasciata.

download di 695 Mb: 15 minuti
masterizzazione iso: 1m30s (grazie a infra recorder)
non utilizzare vista: non ha prezzo!

a parte la parodia di una pubblicità ormai abusata, ecco come non ho resistito a installarla appena tornato a casa (testimone matteo che mi vedeva fremere)! la versione precedente installata sul mio portatile era la 6.06 (il primo 6 sta per 2006, mentre 06 sta per giugno), ovvero la Long Term Support, supportata fino al 2009. leggendo qua e là ho scoperto che le versioni normali di ubuntu (che escono ogni sei mesi) sono supportate per un anno e mezzo, più che sufficiente direi!
avvio il live cd che, caricandosi sulla ram e non installando alcunché sul computer in uso, permette di ottenere un sistema operativo temporaneo con tutte le funzioni abilitate: internet funzionante (se avete un servizio dhcp, altrimenti per una linea adsl normale dovrete configurare pppoe, link a google), suite office, player multimediali (con delle limitazioni che adesso spiegherò). una volta caricato sulla ram, mi sono convinto: "funzionerà sicuramente anche installato!!!".
e allora via all'installazione, naturalmente in ambiente grafico (non che quella testuale sia complicata, anzi): solite domande banali sulla tastiera utilizzata, sull'orario e sulla localizzazione. modifico manualmente le tabelle delle partizioni, non voglio che il sistema si installi brasandomi tutto l'hard disk, mantengo ancora una partizione con xp e una partizione coi dati. in mezz'ora il sistema è installato. riavvio. panico!!! una volta scelto "ubuntu" dal menù di avvio la schermata si annerisce, non compare il solito splash di ubuntu, ma il computer lavora, i led si accendono e si spengono in continuazione... meno male, funziona, mi si presenta la schermata di login. subito un pò di commenti alle migliorie che sono riuscito a tastare con mano in un'ora di tempo:

1. incluso il progetto ntfs-3g, driver NTFS open source per leggere e scrivere sulle partizioni con filesystem NTFS, ovvero quelle di windows. prima di default potevi leggere ma non scrivere, ntfs-3g doveva essere installato successivamente.
2. i codec per gli mp3 e i divx non sono ancora inclusi, come da linee guida (vedi anche formati proprietari). tuttavia non bisogna più stare ad abilitare repositories, aggiornare la lista dei pacchetti e compilare librerie con varie dipendenze... basta tentare di aprire il file e ubuntu provvederà (previa autorizzazione) a installare i codecs multimediali necessari per la riproduzione.
3. sistema di stampa: riconoscimento automatico delle stampanti con installazione dei driver necessari. questo non l'ho ancora provato, ma la versione 6.06 permetteva l'utilizzo di cups (comunque da installare, ora acquistato da apple), utile e veloce ma che si impallava dopo il primo utilizzo, quindi addio stampante... se funziona stavolta, ecco un motivo in più per segare xp (che sto comunque rivalutando sempre di più rispetto a svista).
4. desktop rotante (e altra chicche grafiche)! non è l'arma di daitarn3, bensì compiz (a sorpresa, a detta di molti, inserito nella nuova versione stabile di ubuntu), compositing window manager per X Window System. Si tratta in sostanza di un software che gestisce sia l'estetica e il piazzamento delle finestre (da wikipedia - compiz). ci sono degli effetti carini, fade-in, fade-out, rotazioni, trasparenze, ma anche utili e devo dire che non noto il rallentamento del mio portatile nonostante abbia ormai solo 512Mb di ram, tra l'altro condivisa con la scheda grafica, e tre anni e mezzo di vita, quindi, ad esempio, probabilmente incapace nell'avviare vista in modalità testuale, se esistesse.

adesso dovrò reinstallare tutti i programmi brasati dalla nuova installazione, in realtà è urgente solo l'ambiente di sviluppo: apache (che ho già installato), php (voglio far convivere le versioni 4 e 5) e mysql (punterò ancora sulla 4.1). "ma come, ubuntu esce ogni sei mesi con una versione e dovrei reinstallare tutto? che vantaggio c'è?" vi starete chiedendo... e invece no. dalla versione immediatamente precedente basta effettuare un upgrade, se si aspettano troppe versioni invece sì, bisogna reinstallare tutto, un semplice upgrade non è più possibile. come prima versione di ubuntu ne ho utilizzata una già datata di un anno, perchè supportata più a lungo tempo. gutsy gibbon è uscita 16 mesi dopo con in mezzo altre due versioni, la 6.10 e la 7.04. provate a fare un upgrade da windows98 a vista se ci riuscite... in realtà, visto i tempi che corrono, sarebbe meglio un downgrade.
comunque, in definitiva: provate! scaricate ubuntu 7.10 desktop version, masterizzate l'iso e giocate un pò col live cd (naturalmente più lento del sistema operativo installato). poi mi direte se è adatto alle vostre esigenze. per chi non ha tempo né voglia: ho prestato il mio cd a matteo, chiedeteglielo! altrimenti fatemi un fischio e ve ne masterizzo una copia. oppure fatevelo spedire gratuitamente a casa da canonical (anche se ci vorrà un pò di tempo).

 

questo lo dedico a chi dice che vista è un sistema operativo moderno. quel poco che ho visto non mi è piaciuto (a parte la grafica eye-candy-mac-like), quel che ho letto mi ha terrorizzato spingendomi, finalmente, a passare a linux.

notare la differenza di velocità! cool

http://www.beryl-project.org/
http://compiz.org/

 

finalmente ce l'ho fatta. a parte due lavatrici, due lavastoviglie, la pulizia del terrazzo e l'ultima partita di campionato (miseramente persa per 3 a 0 in casa), sono riuscito a dedicare un pò di tempo alla FORMATTAZIONE del portatile.
ma questa volta non mi sono limitato a reinstallare winzozz, bensì, dopo aver salvato tutti i dati utili wink ho, in sequenza:

1. installato winzozz xp (45 minuti di tempo).
2. disinstallato 500Mb di merda che mi aveva installato sul portatile: stronzate del tipo adobe photoshop elements, works 7.0, adobe companion, vaio pacchetti vari...
3. installato firefox 2.0.0.4, apache 2.0 e php 4.4.7.
3. installato ubuntu dapper drake (20 minuti) partizionando in due il disco da 20Gb su cui girava winzozz.
4. dato i permessi a ubuntu per leggere e scrivere la partizione NTFS. ora, come faccio da sempre nei siti da me creati, posso separare i programmi (visualizzazione) dai dati, salvati su un'altra partizione.
5. installato apache 2.0, php 4.4.2, mysql 4.1 con un paio di comandi...
6. installato la stampante in 30 secondi grazie a CUPS senza dover inserire alcun cd che ti installa per l'ennesima volta acrobat reader e 300 Mb di programmi di cui uno solo probabilmente utile per interfacciarsi. cosa che invece dovrò assolutamente fare nella partizione di casa micro$oft.
7. trasferito la doc_root di apache sulla partizione NTFS in modo da poter leggere i files creati in entrambi i sistemi operativi.
8. installato amule adunanza (sì, amule, non emule: All-platform-eMULE-like p2p client). sun

ogni volta che accendo il mio computer parte GRUB che mi chiede con quale sistema operativo io voglia lavorare (ubuntu di default!). purtroppo xp continuerà a vivere sulla mia macchina, flash non esiste in versione pinguino crying esistono emulatori delle librerie di windows in modo da far girare giochi e programmi su linux, ma non sono ancora abbastanza esperto per buttarmi in quest'avventura.

finalmente libero. o quasi. rocknerd